Direttori Tecnici

Come diventare direttore tecnico

Attività
Gli appartenenti ai ruoli dei direttori tecnici svolgono un'attività che richiede una preparazione professionale di livello universitario, con conseguente apporto di competenze specialistiche in studi, ricerche ed elaborazioni di piani e programmi tecnologici.
I direttori tecnici si inquadrano nei seguenti ruoli:

* ruolo degli ingegneri
* ruolo dei fisici
* ruolo dei chimici
* ruolo dei biologi
* ruolo degli psicologi

Ciascun ruolo comprende uno o più profili professionali previsti nei seguenti settori tecnici:

* polizia scientifica - direttore tecnico fisico di polizia scientifica, direttore tecnico ingegnere di polizia scientifica, direttore tecnico chimico e direttore tecnico biologo.
* telematica - direttore tecnico fisico analista di procedure, direttore tecnico fisico analista di sistemi, direttore tecnico ingegnere in telecomunicazioni

E inoltre anche nei restanti settori tecnici:

* motorizzazione, equipaggiamento accasermamento, arruolamento e psicologia

* Direttore tecnico ingegnere in telecomunicazioni
* Direttore tecnico fisico analista di sistema e analista di procedure
* Direttore tecnico chimico
* Direttore tecnico biologo
* Direttore tecnico fisico in polizia scientifica
* Direttore tecnico ingegnere in polizia scientifica
* Direttore tecnico Ingegnere in motorizzazione
* Direttore tecnico fisico merceologo
* Direttore tecnico ingegnere edile
* Direttore tecnico psicologo

Come si accede
L'accesso avviene mediante concorso pubblico per titoli ed esami e esame scritto, che viene pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana.

Chi può partecipare e quali sono i requisiti
Possono partecipare coloro che alla data di scadenza del termine utile per la presentazione della domanda di partecipazione, siano in possesso dei seguenti requisiti:

1. età non superiore ai 32 anni (legge 7 agosto 2012, n. 131);
2. cittadinanza italiana;
3. godimento dei diritti politici;
4. possesso di qualità morali e di condotta ineccepibili analogamente a quanto previsto per l'ammissione ai concorsi nella magistratura ordinaria (art. 26 Legge 1.2.1989, n. 53);
5. immunità da condanne a pena detentiva per delitti non colposi o da misure di sicurezza o prevenzione;
6. non essere stati espulsi dalle forze armate o da corpi militarmente organizzati ovvero destituiti da pubblici uffici, dispensati dall'impiego per persistente insufficiente rendimento ovvero dichiarati decaduti da un impiego statale per averlo conseguito mediante la produzione di documenti falsi o viziati da invalidità insanabile;
7. non essere stati espulsi da un corso di formazione finalizzato all'immissione nel ruolo dei direttori tecnici della Polizia di Stato;
8. per i candidati soggetti alla leva nati entro il 1985, essere in regola nei riguardi degli obblighi di leva e non essere stati ammessi al servizio civile in qualità di obiettori di coscienza, ovvero di non aver assolto gli obblighi di leva quali obiettori di coscienza, salvo l'aver espresso formale e irrevocabile rinuncia al suddetto status.

Altri requisiti
I candidati devono essere inoltre in possesso dei requisiti di idoneità psico-fisica e attitudinale, previsti dal decreto ministeriale 30 giugno 2003, n. 198, pubblicato sulla G.U. n. 177 del 1° agosto 2003.
Titolo di studio
Per l'ammissione al concorso è necessario essere in possesso della laurea specialistica (quinquennale) prevista, per ciascun profilo professionale, dal decreto del ministero dell'Interno del 6 febbraio 2004, pubblicato sulla G.U. n. 93 del 21 aprile 2004.
Con decreto del ministero dell'istruzione, dell'università e della ricerca del 5 maggio 2004, pubblicato sulla G.U. n. 196 del 21 agosto 2004, è stata stabilita l'equiparazione dei diplomi di laurea rilasciati secondo il vecchio ordinamento alle nuove classi delle lauree specialistiche.
Prove preliminari
Qualora il numero delle domande superi di cinquanta volte il numero dei posti messi a concorso e non sia inferiore a cinquemila è prevista una prova preselettiva articolata in quesiti a risposta multipla per determinare i candidati da ammettere alle successive prove scritte.
Il test preselettivo riguarda le discipline d'esame previste per l'accesso ai singoli profili professionali di seguito specificate. Sulla base dei risultati della prove preselettive è ammesso a sostenere le prove scritte del concorso un numero di candidati pari a cinque volte il numero dei posti messi a concorso. La votazione conseguita non concorre alla formazione del punteggio finale di merito.
Prove d'esame
Gli esami consistono in due prove scritte e in una prova orale sulle materie di seguito elencate per ciascun profilo professionale:

Prove scritte
1^ prova

* Teoria dell'informazione
* Teoria della modulazione
* Teoria della codificazione
* Commutazione e reti
* Trasmissione dati

2^ prova

* Elettroacustica e telefonia
* Trasmissione su conduttore
* Radiocomunicazione

Prova orale

* Materie delle prove scritte
* Elementi di diritto pubblico
* Elementi di diritto penale
* Norme sullo stato giuridico degli appartenenti ai ruoli del personale della Polizia di Stato

1^ prova


* Architettura degli elaboratori
* Sistemi operativi
* Reti e sistemi di telecomunicazioni digitali
* Project management
* Sistemi per la protezione del software

2^ prova

* Metodologie e tecniche di analisi, progettazione e sviluppo del software e di basi dati
* Modelli e caratteristiche dei sistemi distribuiti
* Sistemi informativi e datawarehousing

Prova orale

* Materie delle prove scritte
* Sistemi per la protezione del software, dei dati e delle comunicazioni
* Elementi di diritto pubblico
* Elementi di diritto penale
* Norme sullo stato giuridico degli appartenenti ai ruoli del personale della Polizia di Stato

Prove scritte
1^ prova:


* Tecniche di polizia scientifica e di criminalistica, con particolare riferimento agli aspetti storici, normativi.

2^ prova

* Fondamenti di chimica organica, inorganica e analitica.
* Tecniche strumentali applicate in campo forense.

Prova orale

* Materie delle prove scritte
* Elementi di diritto pubblico
* Elementi di diritto penale
* Norme sullo stato giuridico degli appartenenti ai ruoli del personale della Polizia di Stat

Prove scritte
1^ prova:


* Tecniche di polizia scientifica e di criminalistica, con particolare riferimento agli aspetti storici, normativi.

2^ prova:

* Fondamenti di biologia molecolare e di genetica umana e tecniche analitiche strumentali applicate in campo forense.

Prova orale

* Materie delle prove scritte
* Elementi di diritto pubblico
* Elementi di diritto penale
* Norme sullo stato giuridico degli appartenenti ai ruoli del personale della Polizia di Stato

Prove scritte
1^ prova:


* Tecniche di polizia scientifica e di criminalistica, con particolare riferimento agli aspetti storici, normativi.

2^ prova:

* Fondamenti di fisica generale e sperimentale con particolare riguardo all'ottica, alla balistica, alle tecniche di analisi non distruttive, all'analisi delle informazioni, alla statistica, all'analisi computerizzata delle immagini ed alle tecniche di grafica computerizzata.

Prova orale

* Materie delle prove scritte
* Elementi di diritto pubblico
* Elementi di diritto penale
* Norme sullo stato giuridico degli appartenenti ai ruoli del personale della Polizia di Stato

Prove scritte
1^ prova:


* Tecniche di polizia scientifica e di criminalistica, con particolare riferimento agli aspetti storici, normativi.

2^ prova:

* Fondamenti di ingegneria elettronica e meccanica con particolare riguardo all'acustica, alla fonica, alle telecomunicazioni, alla scienza dei materiali ed ai dispositivi elettronici utilizzati in campo forense.

Prova orale

* Materie delle prove scritte
* Elementi di diritto pubblico
* Elementi di diritto penale
* Norme sullo stato giuridico degli appartenenti ai ruoli del personale della Polizia di Stato

Prove scritte
1^ prova


* Quesiti a risposta multipla su argomenti di carattere tecnico-scientifico, intesi ad individuare la capacità di ragionamento logico-deduttivo, nonché su argomenti di carattere sociale, politico ed economico

2^ prova

* Fabbricazione e montaggio di componenti meccanici, con elaborazione di cicli di lavorazione
* Programmazione, avanzamento e controllo della produzione;analisi e valutazione dei costi
* Realizzazione e gestione di semplici impianti industriali (con particolare riferimento allo studio e dimensionamento di magazzini parti di ricambio, le strategie organizzative e criteri degli approvvigionamenti)
* Progetto di elementi e semplici gruppi meccanici
* Controllo e collaudo dei materiali, dei semilavorati e dei prodotti finiti
* Utilizzazione di impianti e sistemi automatizzati di movimentazione e di produzione
* Controllo e messa a punto di impianti, macchinari, nonché dei relativi programmi e servizi di manutenzione

Prova orale

* Materie delle prove scritte
* Meccanica applicata alle macchine
* Costruzioni meccaniche
* Costruzioni automobilistiche
* Scienze delle costruzioni
* Impianti meccanici
* Elementi di diritto pubblico
* Elementi di diritto penale
* Norme sullo stato giuridico degli appartenenti ai ruoli del personale della Polizia di Stato

Prove scritte
1^ prova


* Risoluzione di esercizi di stechiometria e calcoli relativi a problemi di:
elettrochimica, termochimica, cinetica chimica, equilibrio chimico
* Caratteristiche principali delle fibre tessili naturali, artificiali, sintetiche
* Costruzione di un tessuto e relative fasi
* Tecnica conciaria: rinverdimento, messa in calce, macerazione, piclaggio, concia al vegetale, concia minerale

2^ prova

* Prove su cuoi e pelli secondo i sistemi I.U.P. ed I.U.C. ed applicabilità delle stesse per speciali tipi di calzature
* Lavorazione industriale sia per la confezione di manufatti tessili che calzaturieri, i vari tempi, le varie fasi
* Moderni orientamenti tecnici in ordine ai materiali da impiegare ed alle modalità di lavorazione di mobili ed arredi sia in legno che in metallo

Prova orale

* Materie delle prove scritte
* Calcolo della quantità di filato necessario per ordire una pezza di tessuto di dimensioni note
* Titoli dei filati in ogni sistema
* Analisi dei filati e dei tessuti sia semplici che composti
* Funzionamento delle principali macchine tessili industriali
* Elementi di diritto pubblico
* Elementi di diritto penale
* Norme sullo stato giuridico degli appartenenti ai ruoli del personale della Polizia di Stato

Prove scritte
1^ prova


* Relazione tecnico-illustrativa sui criteri fondamentali per la progettazione di immobili da destinare ad uffici e relativa normativa tecnica vigente
* Relazione tecnico-illustrativa accompagnata da schemi e grafico concernente il progetto di ristrutturazione ed adattamento di un dato immobile nella sede di un organismo postato, del quale verrà precisata la consistenza organica. La relazione dovrà illustrare i caratteri distributivi e l'organizzazione funzionale prevista nonché le caratteristiche tecniche e tecnologiche dell'immobile con particolare riferimento ai materiali ed agli impianti

2^ prova

* Studio e dimensionamento, con elaborazione grafica e particolari esecutivi, di una struttura di uso collettivo (mensa, palestra, alloggio, aule)
* Relazione tecnico-illustrativa, comprensiva dei criteri fondamentali per il dimensionamento, concernente la progettazione di opere di edilizia secondo i procedimenti tradizionali o con sistemi di prefabbricazione con particolare riguardo: all'inserimento dell'intervento edilizio in un piano di assetto con definizione dei parametri urbanistici; alle strutture portanti di fondazione ed elevazione; ai criteri di scelta dei dati risultanti da fissare nei capitolati tecnici, unitamente al dimensionamento di massima per la determinazione dei costi preventivi, relativamente agli impianti idrosanitari, fognari, elettrici, di isolamento acustico e termico, di riscaldamento o di ventilazione e condizionamento secondo le migliori tecniche per il risparmio energetico.

Prova orale

* Materie delle prove scritte
* Normativa sulla sicurezza e sull'igiene del lavoro
* Legislazione delle opere pubbliche
* Legislazione urbanistico-edilizia con particolare riferimento alla legge urbanistica fondamentale nazionale e successive modifiche ed integrazioni, agli interventi sull'edilizia esistente
* La tutela dei beni di interesse collettivo
* Organizzazione del Dipartimento della P.S.
* Elementi di diritto pubblico
* Elementi di diritto penale
* Norme sullo stato giuridico degli appartenenti ai ruoli del personale della Polizia di Stato

Prove scritte
1^ prova


* Psicologia generale

2^ prova

* Psicologia del lavoro e delle organizzazioni

Prova orale

* Materie delle prove scritte
* Psicologia sociale. Elementi di psicologia generale
* Teoria e tecnica dell'indagine della personalità
* Statistica psicometrica
* Metodologie e tecniche della ricerca psicologica e sociale
* Normativa vigente in materia socio-assistenziale ed antinfortunistica
* Ordinamento dell'Amministrazione della pubblica sicurezza
* Norme in materia di accesso ai ruoli della Polizia di Stato
* Elementi di diritto pubblico
* Elementi di diritto penale
* Norme in materia di accesso ai ruoli della Polizia di Stato e sullo stato giuridico degli appartenenti ai ruoli stessi

Prova orale - Lingua straniera e conoscenze informatiche
La prova orale prevede inoltre l'accertamento della conoscenza della lingua straniera scelta dal candidato tra quelle previste dal bando di concorso e del possesso di un elevato livello di conoscenza dell'uso delle apparecchiature e delle applicazioni informatiche più diffuse, in linea con gli standard europei.
Superamento delle prove scritte e ammissione alla prova orale
Alla prova orale sono ammessi i candidati che hanno riportato nelle due prove scritte una votazione media non inferiore a ventuno trentesimi e comunque una votazione non inferiore a diciotto trentesimi in ciascuna prova.
Superamento della prova orale
La prova orale è superata se il candidato riporta una votazione di almeno diciotto trentesimi.
Titoli
I titoli valutabili sono gli ulteriori titoli di cultura rispetto a quelli richiesti per l'ammissione al concorso (lauree, specializzazioni, abilitazioni etc.), i titoli professionali (incarichi e servizi prestati presso Amministrazioni Pubbliche, attività di ricerca e studio presso Istituti Universitari etc.) e gli altri titoli che, pur non rientrando nelle precedenti categorie e prodotti dal candidato, siano a giudizio della Commissione attinenti al ruolo per il quale si concorre e siano meritevoli di considerazione.
Nomina a Direttore Tecnico e frequenza del corso di formazione
I vincitori del concorso sono nominati direttori tecnici e ammessi a frequentare un corso di formazione iniziale teorico-pratico della durata di dodici mesi presso un Istituto di Istruzione della Polizia di Stato.
Al termine del corso i direttori tecnici che abbiano ottenuto il giudizio di idoneità e superato l'esame finale sono confermati nel ruolo con la qualifica di direttore tecnico principale secondo l'ordine della graduatoria di fine corso.

L'assegnazione in servizio è effettuata, in relazione alla scelta manifestata dagli interessati e secondo l'ordine della graduatoria di fine corso, nelle sedi indicate dall'Amministrazione.

18/01/2013


Parole chiave: