Lodi: scoperta casa d’appuntamento, 2 arresti

Avevano trasformato il Centro benessere che gestivano a Lodi in una vera e propria casa d’appuntamento: madre e figlia titolari del Centro sono state arrestate dalla Squadra mobile e si trovano ai domiciliari.

Le due donne, residenti in provincia di Bergamo, gestivano una decina di avvenenti ragazze sia italiane che straniere che a turno si prostituivano nel centro massaggi. I prezzi delle prestazioni andavano da un minimo di 100 euro ad un massimo di 200 euro e parte del ricavo veniva direttamente incassato dalle due donne.

L’attività veniva gestita mettendo in atto una serie di stratagemmi per nascondere la vera identità del Centro e dare un’apparente regolarità lavorativa nel caso di verifiche e controlli.

I clienti erano selezionati e di alto livello e la frequentazione avveniva in assoluta riservatezza.

Gli investigatori durante l’indagine hanno scoperto inoltre che molti clienti erano venuti a conoscenza del “giro” attraverso pubblicità su siti internet dove veniva esplicitamente fatto riferimento al sesso.

Nel corso della perquisizione è stata inoltre sequestrata la somma di circa 5mila euro.

11/01/2017


Parole chiave:
prostituzione - Lodi