veicoli

Le ultime domande

[Domanda n.2045] 

Sono in procinto di acquistare una autovettura usata, come posso fare per capire se l'auto è in regola e non sia rubata o "clonata"?

L'autovettura è individuata dalla targa di immatricolazione, dalla carta di circolazione, dal certificato di proprietà e dal numero di telaio impresso sulla carrozzeria in punto ben visibile. Dopo un primo controllo sulla targa attraverso il sito internet della Polizia di Stato ove sono inserite le targhe dei veicoli rubati oggetto di ricerca da parte delle Forze di Polizia, deve verificare che la carta di circolazione rechi il medesimo numero di targa, nonché controllare che il numero di telaio impresso sulla scocca del veicolo sia identico a quello indicato sulla carta di circolazione. E' importante, anche per stabilire un positivo rapporto fiduciario con il venditore, che questi Le esibisca il certificato di proprietà rilasciato dal P.R.A. da dove risulti la proprietà del veicolo da parte di colui che si qualifica quale venditore.

[Domanda n.2047] Dove posso trovare le regole del Codice della Strada che disciplinano la circolazione dei ciclomotori?

La disciplina della circolazione dei ciclomotori è tutta contenuta nel codice della strada agli articoli 52 (definizione giuridica del ciclomotore), 72 (circa l'equipaggiamento del mezzo: luci, specchietto retrovisore, …), 74 (circa i dati di identificazione del ciclomotore, con le sanzioni per chi contraffa il numero del telaio, lo cancella, lo asporta,….), 75, 76 e 77 (per il procedimento di omologazione del modello di veicolo), 80 (revisione dei veicoli a motore), 97 (circa le formalità per la circolazione dei ciclomotori, con tutte le sanzioni per chi altera le caratteristiche tecniche di tali veicoli, come la cilindrata o la velocità massima), 115 (età minima per la conduzione del ciclomotore), 116 (certificatodi idoneità alla guida, obbligatorio per i maggiorenni dal 1° luglio 2005), 170 (circa il comportamento di guida del ciclomotore e il divieto di compiere manovre azzardate o di trasporto di passeggeri), 171 (circa l'obbligo di utilizzo del casco), nonché nelle norme tecniche di dettaglio contenute nel regolamento di esecuzione.

[Domanda n.2057] Sono titolare di targa prova abbinata al lavoro di commercio di autoveicoli. Non ho dipendenti, la posso far usare da un trasportatore regolarmente iscritto all'albo trasporti?

Il D.P.R. 24 novembre 2001, n. 474, "Regolamento di semplificazione del procedimento di autorizzazione alla circolazione di prova dei veicoli", prevede che, sul veicolo munito di targa prova deve essere presente il titolare dell'autorizzazione medesima o un suo dipendente munito di apposita delega, ovvero un soggetto in rapporto di collaborazione funzionale con il titolare dell'autorizzazione, purché tale rapporto sia attestato da idonea documentazione e il collaboratore munito di delega.

[Domanda n.2062] Un fuoristrada autocarro può essere utilizzato per trasportare la mia famiglia nei giorni in cui non lo utilizzo per l'azienda?

Gli autocarri possono essere eccezionalmente utilizzati per trasporto di persone ai sensi dell'art. 82, comma 6, del C.d.S.. La norma si riferisce al trasporto di persone nel cassone o nel vano destinato al trasporto delle merci, atteso che il trasporto nella cabina di guida di persone diverse dal conducente (limitatamente agli addetti al carico e scarico delle merci) è già consentito dall'art. 54 del C.d.S.. Per potersi realizzare tale eccezionale e temporanea destinazione del veicolo occorre che il proprietario dello stesso sia preventivamente munito di 2 autorizzazioni: nulla osta del Prefetto, che rappresenta un'autorizzazione di polizia destinata a verificare la compatibilità della diversa destinazione con le condizioni connesse all'ordine e alla sicurezza pubblica (in questo nulla osta possono essere imposte limitazioni temporali, di percorso e di numero delle persone trasportabili), e autorizzazione del Dipartimento dei Trasporti Terrestri, che attesta l'idoneità tecnica del veicolo al trasporto di persone sotto il profilo della sicurezza per la circolazione. Il divieto di circolazione fuori dai centri abitati, nei giorni festivi e negli altri giorni specificamente indicati, riguarda solo i veicoli, per il trasporto di cose, di massa complessiva massima autorizzata superiore a 7,5 t. Per la parte inerente i profili assicurativi è opportuno che si rivolga alla Sua società per conoscere la portata e gli effetti della polizza. Alla luce di questa disamina Lei può trasportare persone nell'abitacolo del conducente tutti i giorni della settimana, purché siano persone adibite al carico e allo scarico della merce che Lei sta trasportando.

[Domanda n.2063] 

Sto immatricolando un autovettura come autocarro cat. N1 (4 posti). La posso utilizzare anche il sabato e la domenica per trasportare la mia famiglia?

Il veicolo immatricolato quale autocarro, se pure ha disponibilità di posti oltre il conducente, non può che essere destinato al trasporto di cose; i posti a sedere sono riservati ai dipendenti dell'impresa che effettua il trasporto di beni per le operazioni di carico e di scarico delle merci. Pertanto, Lei non potrà trasportare la sua famiglia a bordo di tale veicolo, senza incorrere nella violazione dell'art. 82 del codice della strada, per aver destinato il veicolo ad un uso diverso da quello per il quale è stato immatricolato.

[Domanda n.2072] Vorrei sapere come risalire, attraverso il numero di targa di un'autovettura, al nome dell'intestatario, in quanto ha provocato danni alla mia autovettura, senza fermarsi.

Deve denunciare l'incidente stradale alla Sua compagnia di assicurazione, che attraverso accertamenti al P.R.A. o alla Banca dati della Motorizzazione Civile, nonché mediante interrogazione alla banca dati dell'ANIA (l'associazione che riunisce tutte le compagnie di assicurazione) può risalire all'intestatario del veicolo e alla società di assicurazione presso il quale risulta il contratto relativo a detto veicolo.

[Domanda n.2075] Posso montare dei pneumatici diversi dal tipo indicato sulla carta di circolazione?

La possibilità di circolare montando pneumatici recanti indicazioni dimensionali diverse da quelle indicate dalla carta di circolazione deve essere effettuata interessando il locale Ufficio provinciale della Motorizzazione Civile.

[Domanda n.2087] Mio figlio vuole in regalo uno scooter (50 cc) che raggiunge la velocità di 80 chilometri orari. Se lo acquisto, sono in regola con il codice della strada?

Riguardo agli "scooter" da 50 cc che raggiungono velocità di 80/85 km/h, si tratta di veicoli "fuorilegge", perché nessuna direttiva europea, né disciplina italiana consente l'omologazione di ciclomotori con quella cilindrata e velocità superiori a 45 km/h. In caso di controllo da parte della polizia, la responsabilità delle alterazioni subite dal veicolo ricadono sul conducente ai sensi dell'art. 97, comma 6, del C.d.S., così come su colui che ha effettuato tali modifiche che su colui che posto in commercio il ciclomotore alterato.


Parole chiave: