Torino: auto rubate per il mercato nigeriano

nave e container al porto di genovaMacchine di lusso e di grossa cilindrata venivano rubate in Italia per poi essere esportate illegalmente in Nigeria.

È stato scoperto nei giorni scorsi dalla polizia stradale di Torino un traffico di autovetture rubate e sono state arrestate 15 persone tra marocchini, italiani e nigeriani.

L'operazione è iniziata lo scorso agosto a seguito di un sequestro di un veicolo da parte di una pattuglia della Stradale.

Si è scoperto che era rubata e da qui i poliziotti sono risaliti a carrozzieri che "sistemavano" le macchine per esportarle nel Paese africano.

Dalle indagini è emerso che le autovetture, preferibilmente suv e fuoristrada - comunque tutte macchine con un valore superiore a 50 mila di euro - venivano rubate da 2 marocchini nella zona del torinese. Le vittime erano sia cittadini privati che concessionarie di autovetture o autolavaggi.

I due malviventi, dopo aver tenuto sotto controllo le attività commerciali e controllato dove i proprietari tenevano le chiavi, si impossessavano delle autovetture.

Mediamente veniva sottratta un'auto di lusso al giorno. Queste venivano portate in un capannone dove venivano caricate su container e imbarcate su motonavi in partenza dal porto di Genova e dirette a Laos (Nigeria).

Son stati sequestrati complessivamente 24 veicoli per un valore commerciale superiore a 1 milione di euro.

15/11/2011
(modificato il 17/11/2011)