Messina: lavori autostrada Siracusa – Gela, sei arresti per corruzione

Sono accusati di corruzione, abuso d’ufficio e turbata libertà degli incanti, le sei persone arrestate questa mattina a conclusione delle indagini della Squadra Mobile di Messina.

L’indagine ha riguardato una vicenda di turbativa d’asta relativa alla gara d’appalto del Cas (Consorzio per le Autostrade Siciliane), pubblicata nel 2013, per l’affidamento dei lavori di costruzione del tronco dell’autostrada Siracusa – Gela per un valore di quasi 300 milioni di euro.

L’attività investigativa ha avuto inizio dopo l’affidamento dei lavori alla società vincitrice, a seguito del ricorso al TAR delle altre ditte che avevano partecipato al bando di gara.

L’indagine evidenziava anomalie sia nelle valutazioni per la determinazione dell’affidamento dell’appalto, sia per i condizionamenti esterni da parte dei vertici del CAS e di consulenti dell’impresa Condotte, collegati ad ambienti politici ed amministrativi della regione siciliana.

Dalle intercettazioni emergeva come alcuni consulenti, che avevano seguito le varie fasi della gara, ancor prima di ricevere qualsiasi formale incarico, erano stati premiati con un contratto assai remunerativo, per seguire anche le fasi successive, al fine di assicurare “una morbida gestione dell’appalto”.

Nell’indagine figurano anche altri 5 indagati.

13/03/2018