Ufficio minori

Un poliziotto con due bambini

L'Ufficio minori fa parte della Divisione anticrimine che è presente in ogni questura. È stato istituito nel maggio del 1996 con lo scopo di fornire un primo e valido sostegno ai minori in difficoltà e alle loro famiglie.
Presso questo Ufficio lavora personale qualificato in grado di dare ascolto ai minori autori o vittime di reati, anche con la collaborazione di enti ed associazioni che operano nel settore minorile.
Nello specifico si occupa di:
-abbandono di minore;
-pornografia e prostituzione;
-sfruttamento del lavoro minorile;
-abusi sessuali sui minori;
-uso o spaccio di sostanze stupefacenti;
-maltrattamenti;
-bullismo a scuola.
Oltre a queste attività ce ne sono anche altre svolte dagli operatori di polizia di questo nucleo, in collaborazione con il ministero dell'Istruzione dell'Università e della Ricerca, all'interno degli istituti scolastici.
Infatti nell'ambito di vari progetti quali:'Educazione alla legalità' ed 'Il Poliziotto un amico in più' si organizzano, con le scuole interessate, degli incontri informativi per contrastare atti di delinquenza e bullismo e diffondere la conoscenza sui diritti dei minori e il rispetto delle regole.
Questa attività risulta ad oggi un'importante occasione di confronto e analisi, in considerazione del fatto che purtroppo i risultati di numerosi rapporti statistici evidenziano un abbassamento di età degli autori del reato.

Come si diventa un operatore dell'Ufficio minori

Per entrare a far parte di questo Ufficio è necessario prima diventare un poliziotto attraverso un concorso pubblico.
I vincitori del concorso vengono assegnati presso i vari istituti d'istruzione, dislocati in diverse regioni italiane, per la frequenza del corso di formazione. Al termine del corso di formazione si procede all'assegnazione presso i vari reparti e specialità, secondo le necessità delle sedi sul territorio. Dopo aver acquisito la necessaria esperienza ed aver ampliato il proprio bagaglio professionale è possibile entrare a far parte di questo ufficio.

10/05/2013
(modificato il 23/05/2013)


Parole chiave: