Come la Postale smaschera i pedofili online

Un poliziotto della polizia delle Comunicazioni

Chi sono i poliziotti che danno la caccia agli orchi su internet?
Hanno competenze informatiche aggiornatissime, passano molte ore del loro lavoro online, usano il computer e la tecnologia con grande dimestichezza: sono gli investigatori della Polizia Postale e delle Comunicazioni che, sempre pronte nel cassetto manette e pistola, usano l'ingegno e il click del mouse per "ripulire" la rete da chi ne fa un uso distorto, un uso riprovevole, lo sfruttamento sessuale dei minori.
Con lo studio delle nuove tecnologie, grazie al coordinamento degli uffici periferici e in accordo con le altre forze di polizia straniere, la lotta alla pedofilia online individua, indaga, perquisisce e ha assicurato alla giustizia migliaia di persone negli anni di attività di contrasto.
È un lavoro complesso e articolato quello degli investigatori, che quando conducono un'indagine sotto copertura devono impegnare non solo la mente ma mettere in campo anche tutte le loro risorse psicologiche ed emotive per essere credibili nel fingersi pedofili e per non lasciarsi travolgere dal disgusto e dalla rabbia.
Lo sanno bene anche gli psicologi del Centro Nazionale per il Contrasto alla Pedofilia online, che stanno portando avanti un progetto di formazione assistita che ha come suo obiettivo primario quello di dare voce alle difficoltà del personale e di trasformarle in uno spunto di formazione per tutti i futuri investigatori del web e di valorizzazione della professionalità fino ad oggi espressa dagli operatori.

Come si diventa un operatore della polizia delle Comunicazioni

Per entrare a far parte di questo Ufficio è necessario prima diventare un poliziotto attraverso un concorso pubblico.
I vincitori del concorso vengono assegnati presso i vari istituti d'istruzione, dislocati in diverse regioni italiane, per la frequenza del corso di formazione. Al termine del corso di formazione si procede all'assegnazione presso i vari reparti e specialità (tra le quali anche questa), secondo le necessità delle sedi sul territorio. Dopo aver acquisito la necessaria esperienza ed aver ampliato il proprio bagaglio professionale e tecnico è possibile entrare a far parte di questo Ufficio.

10/05/2013
(modificato il 17/03/2016)


Parole chiave:
pedofilia online